Progetto TorrentBox Pi: Quando il lampone incontra BitTorrent

Quello che non si può creare con Raspberry Pi è soltanto quello che non si può immaginare. Credo che ormai tutti conoscono sia il lampone che BitTorrent, perciò… perchè non farli stare insieme? In questo articolo è spiegato passo passo come: Creare un TorrentBox con Raspberry Pi ottenendo un accessorio indispensabile.

Il progetto completo l’ho pubblicato sul sito di EMC ELETTRONICA, Questa è una pagina di presentazione dove trovi gli Aggiornamenti del progetto. Leggi L’ARTICOLO COMPLETO!

BitTorrent

BitTorrent è un protocollo di tipo peer-to-peer (P2P) utilizzato per lo scambio di file in rete.

Per la sua natura intrinsecamente trasparente e per il notevole risparmio di banda che procura, BitTorrent è probabilmente il protocollo di condivisione dei file più utilizzato per scopi legali, che cioè non violano il diritto d’autore. Esempi di questo tipo di contenuti sono le distribuzioni GNU/Linux e i trailer cinematografici di grandi dimensioni.

Perciò è un sistema molto utile per scaricare qualsiasi tipo di file, ma per desistere dall’idea di scaricare dei file basta pensare che per scaricare diversi file si deve tenere il proprio computer acceso almeno una giornata intera.
Infatti un computer nella media consuma almeno 300W e perciò in 24 ore consumerebbe davvero tanta corrente.

Un modo estremamente economico per scaricare dei file Tramite BitTorrent è quello di utilizzare proprio un Raspberry Pi.
Infatti, oltre a costare soltanto 35$, la corrente che consuma è nettamente inferiore a quella che consumerebbe un computer ed inoltre occuperebbe un piccolo spazio.
Perciò la nostra TorrentBox Pi potrà rimanere eternamente accesa a scaricare qualunque cosa noi vogliamo.

Materiale necessario

  • 1x Raspberry Pi;
  • Hard Disk con adattatore USB;
  • 1x led verde;
  • 1x led rosso;
  • 1x pulsante per Reset;
  • 1x ventola di raffreddamento (opzionale);
  • 1x alimentatore 5V 3A;
  • 1x prolunga USB;
  • 1x pennino wifi (opzionale);
  • 1x scatola per collocare il lampone, l’hard disk, la ventola e i fili.

Il Software scelto per la gestione dei Torrent è Transmission.
Infatti è possibile trovarlo su Linux e Mac OS X ed ha un’interfaccia nativa per Qt, GTK +, la linea di comando e l’interfaccia web.
Ma aspettate, c’è di più! Trasmission ha anche un sacco di strumenti di terze parti che funzionano ed interagiscono con il programma, compreso Transdroid – un client remoto per Android tramite il quale controllare la trasmissione dal telefono. La maggior parte delle distribuzioni Linux supporta il pacchetto trasmission e può anche essere installato di default su alcune tra le più famose.

Dopo parecchie operazioni Il TorrentBox Pi è pronto! Adesso può scaricare qualsiasi Torrent noi gli comandiamo.

Come ho detto in precedenza un aspetto davvero interessante di Transmission è la possibilità di caricare ed avviare il download di Torrent direttamente da remoto.

Mi auguro di poter ampliare questo progetto, magari aggiungendo anche un display lcd per vedere lo stato dei download.

NOTA: Questo articolo è di alcuni anni fa. Il concetto è sempre ottimo, ma vi consiglio di installare le ultime versioni dei software.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche...

Your email will not be published. Name and Email fields are required